PERCHE' FARE ATTIVITA' FISICA (Parte 2)
+39 375 644 0807 Contattaci per parlare con i nostri esperti orari: dal lunedi al venerdì dalle ore 17:00 - 19:00

PERCHE' FARE ATTIVITA' FISICA (Parte 2)

PERCHE' FARE ATTIVITA' FISICA (Parte 2)

PERCHE' FARE ATTIVITA' FISICA - 2^ PARTE

In questa SECONDA PARTE analizzeremo, in modo estremamente sintetico e facilmente comprensibile, alcune caratteristiche fisiologiche ed antropologiche del nostro organismo, infatti il corpo umano è una macchina meravigliosa creata per muoversi, ed attraverso il movimento interagisce con l’ambiente circostante. La sedentarietà, quindi, è una condizione anti-fisiologica ed innaturale per l’essere umano!
L'evoluzione ha portato l'uomo ad avere due arti per spostarsi e due per utilizzare oggetti. La stessa evoluzione ha progettato il corpo umano per interagire liberamente con l'ambiente secondo le leggi della fisica, agendo in virtù della gravità che determina una forza verso il suolo su tutto ciò che è presente sul pianeta. Per garantire tutto questo il corpo è dotato di un apparato locomotore.
L'apparato locomotore costituisce la struttura portante del nostro organismo e ci permette il movimento. Tale apparato è principalmente costituito da due tipi di strutture: lo scheletro ed i muscoli scheletrici. Lo scheletro è un insieme complesso di ossa che hanno la funzione di sostenere le parti molli e di dare inserzione ai muscoli in modo da consentire, grazie alle articolazioni, i movimenti e la deambulazione (attraverso un vero e proprio sistema di leve meccaniche).
L'apparato locomotore si è evoluto attraverso l'interazione diretta con il mondo circostante e ha sviluppato le proprie capacità attraverso questa interazione.
Il mantenimento delle funzioni di questo apparato ed il miglioramento delle stesse è ottenibile solamente con l'utilizzo. In pratica il corpo è fatto per muoversi, se viene scarsamente utilizzato si deteriora prematuramente, mentre se viene mantenuto in attività mantiene e migliora le proprie capacità nel tempo. Pertanto è indispensabile fare attività motoria regolarmente, per migliorare le proprie capacità ma anche per restare in salute.
L'attività motoria regolare si definisce allenamento, ovvero un insieme di esercizi fisici svolti per migliorare la propria condizione fisica.
L'allenamento, per essere tale, ossia per garantire il miglioramento della condizione fisica, deve essere sviluppato in maniera razionale, selezionando gli esercizi con altrettanta razionalità: è fondamentale organizzare il piano di allenamento basandosi sulle caratteristiche antropometriche e strutturali, sulle esigenze e sugli obiettivi del singolo individuo.
Questo è indispensabile per condizionare l'apparato locomotore ed il sistema nervoso (centrale e periferico) responsabile del suo controllo, poiché è importante ricordare che è proprio lo stesso sistema nervoso che controlla i movimenti, ed anch'esso necessita di esercizi di miglioramento basati su processi di apprendimento dei movimenti, di controllo degli stessi e di capacità di attivazione del sistema muscolare.
Nella terza ed ultima parte entreremo nello specifico della singola seduta di allenamento, analizzando quali esercizi inserire e quali sono le condizioni necessarie affinchè ogni workout risulti sicuro, completo ed efficace.

di Maurizio Falasconi
Master Trainer III livello FIPE, Specializzato in ricomposizione corporea finalizzata al dimagrimento e ipertrofia.

CONDIVIDI POST:

Commenta